«Occasione di bilanci e sfide verso il futuro»

23 nov 2021

Carmela Palumbo, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto, durante la presentazione del trentesimo Job&Orienta ha prima precisato come la Fiera, oggi come non mai, intercetti le tematiche cruciali della formazione del lavoro e poi, a margine, ha tracciato una piccola panoramica sulla situazione legata alla pandemia nelle scuole della regione. «In questo autunno, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, siamo in un rapporto molto inferiore se consideriamo il numero complessivo dei contagi», ha specificato Palumbo. Che però ha aggiunto: «Soprattutto è molto diversa la distribuzione e questo è l’effetto della vaccinazione e dell’uso delle misure di sicurezza». In totale i positivi in Veneto, in età scolastica, sono circa 1.300. Di questi il 50 per cento riguardano la scuola primaria, il 30 per cento la scuola dell’infanzia e il restante si divide fra medie e superiori, dove la maggior parte dei ragazzi è vaccinata. In collegamento da Venezia, invece, c’era l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan. Donazzan ha annunciato che per la prima volta a Job&Orienta saranno presenti gli assessori regionali di 15 regioni diverse d’Italia. «Una significativa», ha detto l’assessore, «presenza delle Regioni, che vedrà anche il confronto istituzionali con i due ministri dell’istruzione, Bianchi, e del lavoro, Orlando. A dimostrazione», ha quindi aggiunto Donazzan, «del fatto che questa è una vera fiera nazionale dell’orientamento, momento per fare il punto e lanciare la sfida verso il futuro. Il capitale umano è la materia prima dell’Italia e, oggi più che mai dopo la pandemia, è importante ritrovarsi a ragionare sulle numerose sfide che ci aspettano». N. Vin.